Sezioni   Naviga Articoli e Testi
stampa

 

        Inserisci una voce nel rettangolo "ricerca personalizzata" e premi il tasto rosso per la ricerca.

Procter e Gamble fondatori del secondo gruppo di prodotti di consumo al mondo.


Non una vergogna diventare ricchi. Ma una vergogna morire ricchi. Andrew Carnegie.


INVENTORI E GRANDI IMPRENDITORI

In questa corposa sottosezione illustro la vita di quei grandi capitani d'industria e/o inventori che hanno sostanzialmente contribuito al progresso industriale del mondo occidentale con particolare riguardo dell'Italia e del made in Italy. Anche con riferimento alle piccole e medie imprese che hanno contribuito al progresso del Paese.

Biografie

A - Abarth - August Abegg - Adamoli - Giovanni Agnelli - Franco Angeli - Agusta - Alemagna - Amarelli - Amato - Angelini - Ansaldo - Aponte - Richard Arkright - Arnault - Auricchio -
B - Barilla - Barovier - Bastogi - Beneduce - Karl Benz - Beretta - Bertone - Bettencourt - Bialetti - Bianchi - Lszl Jzsef Br - Coniugi Bissel - Bocconi - William Edward Boeing - Bombassei - Bombrini - Borghi - Borletti - Bormioli - Borsalino - Bracco - Branca - Breda - Brugola - Brustio - Buitoni -
C - Cabella - Campagnolo - Campari - Cantoni - Caproni - Caprotti - Cargill - Carnegie - Cassani - Louis Chevrolet - Cicogna - Cini - Cirio - André Gustave Citroen - Colussi - Costa - Cosulich - Crespi - Cristaldi -
D - Gottlieb Wilhelm Daimler - Danieli - De Angeli - De Cecco - De Ferrari - Rudolf Diesel - Walt Disney - Donegani - Ennio Doris - Cavalieri Ducati - William Durant -
E - Thomas Edison - Erba -Esterle -
F - Enrico Falck - Fassini - Fastigi - Feltrinelli - Anna Fendi - Ferragamo - Ferrari - Ferrero - Ferruzzi - Figari - Florio - Henry Ford - Enrico Forlanini - Frick - Fumagalli -
G - Egidio Galbani - Edoardo Garrone - Peter Giannini - Giuseppe Gilera - Giugiaro - Gobbato - Francesco Gondrand - Riccardo Gualino - Gucci - Carlo Guzzi -
H - Hewlett e Packard - Ulrico Hoepli -
I - Ferdinando Innocenti -Isotta e Fraschini -
J - Steve Jobs
K - Koch - Krizia - Raymond Albert Kroc - Alfred Krupp
L - Lamborghini - Vincenzo Lancia - Vito Laterza - Lauder - Achille Lauro - Lehman - Roberto Lepetit - Mattia Locatelli - Florestano de Larderel - Luigi Lavazza -
M - Macchi - Marchetti - Marelli - Marinotti - Mars - Martini - Maserati - Marzotto - Mattei - Melegatti - Menada - Menarini - Merloni - Merrill - Fratelli Michelin - Miller - Mondadori - Montesi - Morassuti - Angelo Moratti - Morgan - Angelo Moriondo - Angelo Motta - Giacinto Motta - Ugo Mutti -
N - Giuseppe Nardella - Nardi -Vittorio Necchi - Nobel -
O - Adriano Olivetti
P - Pagani - Parano - Pavesi - Peretti - Perrone - Pesenti - Armand Peugeot - Piaggio - Pininfarina - Pirelli - John Pemberton - Pomilio - Stephen Poplawski - Ferdinand Porsche- Prada - P&G -
R - Guglielmo Reiss Romoli - Louis Renault - Alberto Riva - Angelo Rizzoli - Agostino Rocca - Gianfelice Rocca- John Davison Rochefeller - Nicola Romeo - Alessandro Rossi - Rothschild -
S - Angelo Salmoiraghi - Savoia e Verduzio - Isaac Merrit Singer - Alfred Sloan - Solvay - Luisa Spagnoli - Otto Sundbck
T - Franco Tosi - Troplowitz - Nicola Trussardi -
V - Gianni Versace - Vittorio Valletta - Vanderbilt - Alfredo Vignale - Carlo Vichi - Giuseppe Volpi
W - Walton - Edoardo Weber
Z - Ugo Zagato - L. Zambeletti - Lino Zanussi - E. Zegna

Procter & Gamble

P e G 4

La sede di Procter & Gamble di Cincinnati, Ohio

Il gruppo Procter & Gamble una multinazionale americana di beni di largo consumo con sede a Cincinnati, Ohio (USA). Nel 2017 presentava circa 92.000 dipendenti, 100 stabilimenti di produzione e 20 centri di ricerca. L'esercizio precedente stato chiuso da Procter & Gamble con un fatturato di 66,8 miliardi di dollari, per un utile netto di 9,8 miliardi. stata inserita nel 2011 da Fortune Magazine al quinto posto nella classifica World's Most Admired Companies dopo avere ricoperto la sesta posizione l'anno precedente.
P&G fu fondata nel 1837 da due europei emigrati negli Stati Uniti: William Procter (1801-1884), un candelaio inglese, e James Gamble (1803-1891), un saponiere irlandese. Dopo la sua fondazione, l'impresa enormemente cresciuta nel mercato dei beni di largo consumo, battendo ripetutamente nuove strade nel marketing.
Un suo segno particolare il marketing orientato esclusivamente al brand delle singole marche, laddove l'azienda di solito resta completamente nell'ombra, infatti ben pochi conoscono la Procter & Gamble: per questo l'azienda ritenuta come il pioniere o il creatore del cosiddetto brand management. Ben conosciuti sono invece alcuni simgoli brand, ben conoscxiuti grazie anche a un accurato marketiung (ad eccezione di swiffer il cui spot televisivo è sciatto e noioso): Ambipur, Dash, Fairy, Lenor, Mastro Lindo, Swiffer, Viakal, AZ, Gillette, Head & Shoulders, Kukident, Olaz, Oral B, Pampers, Pantene, Venus, Vicks (penso che tutti i prodotti citati sono stati prima o poi acquistati in casa mia).
L'utilizzo coerente della pubblicit televisiva e di quella radiofonica soprattutto nella prima met del XX secolo, risale alla P&G. Anche il termine soap opera deriva dalla strategia di marketing della societ, consistente nello sponsorizzare e a volte nel produrre dopo gli anni trenta spettacoli radiofonici. Una rinomata produzione della P&G Sentieri, che conta dal 25 gennaio 1937 pi di 15.000 puntate.
Il documentarista Michael Moore nel suo documentario The Big One ha analizzato i metodi adoperati dalla Procter & Gamble per ridurre il personale.
Presidenti in Amministrazione comune
William Procter e James Gamble
Harley Procter e James Norris Gamble (figli)
William Cooper Procter e William Alexander Procter (nipoti).

peg 5

Logo della P&G

Dopo la trasformazione in SPA

  • 1890-1907 William Alexander Procter
  • 1907-1930 William Cooper Procter (ultimo presidente appartenente alla famiglia fondatrice)
  • 1930-1948 Richard R. Deupree
  • 1948-1957 Neil H. McElroy
  • 1957-1974 Howard J. Morgens
  • 1974-1981 Ed Harness
  • 1981-1990 John G. Smale
  • 1990-1995 Edwin L. Artzt
  • 1995-1999 John E. Pepper e Durk I. Jager
  • 1999-2000 Durk I. Jager
  • 2000-2009 Alan G. Lafley
  • 2009-2013 Robert A. McDonald
  • 2013-2016 Alan G. Lafley
  • 2016-oggi David S. Taylor

Blasi e Lnor

Ilary Blasi e la pubblicità del Lenor

Acquisizioni

  • Richardson-Vicks: nel 1985 P&G allarga il suo settore benessere e cura del corpo con l'acquisto della Richardson-Vicks. Tra le marche più conosciute si ricordano i prodotti per il raffreddore Vicks, la crema per il viso Oil of Olaz o lo shampoo per capelli Pantene.
  • Noxell: P&G entra a far parte delle categorie cosmetica e profumi con l'acquisto dell'azienda Noxell. Marche conosciute sono CoverGirls e Noxzema.
  • Old Spice: nel  P&G acquista i diritti di marca per la linea profumi, dopobarba, deodoranti e cura del viso Old Spice della Shulton Company. La marca esiste già dal 1938 sul mercato nordamericano ed è quindi una delle linee più tradizionali di cura maschile del corpo.
  • Ellen Betrix & Max Factor:  P&G acquista le imprese Ellen Betrix e Max Factor, rinforzando così la sua posizione nel settore cosmetico.
  • VP Schickedanz: P&G entra a far parte del settore cartaceo europeo con l'acquisto dell'impresa tedesca VP Schickedanz, che già da molto tempo vantava la sua marca più conosciuta Tempo. Era proprietà di questa azienda anche la marca Camelia, che non poté essere acquisita da P&G per motivi legati alle norme giuridiche di cartello. Per questo essa andò nelle mani del gruppo avversario Johnson & Johnson.
  • Tambrands: con l'espansione del settore igiene attraverso l'acquisto della Tambrands, nel P&G entra a far parte del mercato mondiale degli assorbenti intimi, con i tamponi di marca Tampax.
  • Iams: P&G acquisisce l'impresa Iams per 2,05 miliardi di dollari (fino ad allora la più grande acquisizione della P&G), estendendo così il proprio portafoglio nel settore cibi per gli animali. L'impresa è specializzata in mangimi per cani e gatti ed al tempo dell'acquisizione realizzava fatturati intorno agli 800 milioni di dollari annui.
  • P&G acquisisce per 4,95 miliardi di dollari l'impresa Clairol, una branca aziendale della Bristol-Myers Squibb specializzata in cura e colorazione dei capelli.
  • '81 % di Wella fu acquisito nel per circa 6,5 miliardi di euro. Al settembre 2005 P&G possedeva il 95% delle azioni.
  • P&G ha acquisito la Gillette per un valore di transazione di circa 57 miliardi di dollari. L'acquisto ha rappresentato la più grande acquisizione della storia della P&G. Con l'acquisizione della Gillette, P&G è diventato il secondo gruppo di beni di consumo al mondo, preceduto dal gruppo Nestlé.

Gli articoli prodotti dalla P&G hanno una larga diffusione in Italia; il gruppo produce tutta una serie di prodotti di pulizia per la casa, Swiffer,  Mastro Lindo e Viakal; prodotti per la cura del bucato come Dash e l'ammorbidente Lenor, prodotti che P&G vende come accoppiata vincente, tanto da aver affidato la pubblicità dei due, rispettivamente, a Francesco Totti  ed Ilary Blasy, nella speranza di un matrimonio duraturo.......

P e G

Shakira testimonial del dentifricio AZ

Prodotti pi conosciuti

  • Ambipur (deodoranti per ambienti)
  • Dash (detersivi per bucato in lavatrice e a mano)

dash

Francvesco Totti testimonial di Dash
  • Fairy (detersivi per stoviglie)
  • Lenor (ammorbidente)
  • Mastro Lindo (detergenti per la pulizia della casa)
  • Swiffer (pulizia)
  • Viakal (detergenti)
  • AZ (dentifrici e prodotti per la cura dei denti)
  • Gillette (rasoi)
  • Braun (rasoi)
  • Head & Shoulders (cura dei capelli)
  • Kukident (prodotti per le dentiere)
  • Olaz (cosmetici e creme)
  • Oral B (dentifrici e prodotti per la cura dei denti)
  • Pampers (pannolini e prodotti per bambini)
  • Pantene (cura dei capelli)
  • Persona (cura della persona)
  • Pringles (alimenti)
  • Clearblue (cura della persona)
  • Venus (depilazione)
  • Vicks (prodotti per la sinusite e il raffreddore)

P e G 2

Katie Holmes testimonial delle creme Olaz

Eugenio Caruso - 25 novembre 2022

LOGO


Tratto da

1

www.impresaoggi.com